Economia

DSC_2428
L’attività lavorativa principale di Santa Croce è quella conciaria, cioè del processo di trasformazione della pelle grezza fino alla creazione di una pelle rifinita pronta per essere usata nei vari settori dell’abbigliamento, calzatura, arredamento e pelletteria. E’ inutile dire che questo lavoro eseguito alla perfezione ha portato il nome ed il prestigio di Santa Croce nel mondo a tal punto che è stata definita Capitale Mondiale del Cuoio e delle Pelli ed è anche stata fregiata nel 1987 del titolo di Uno dei Cento Comuni della Piccola Grande Italia. Si stima che tutti i giorni a Santa Croce, cittadina con circa 15.000 abitanti, gravitino ben oltre 20.000 fra addetti alla lavorazione della pelle e attività indotte varie.

DSC_2519---Versione-2Contrariamente a quello che accadeva in passato, la trasformazione della pelle oggi, seppure basata sempre sulla creatività e qualità, si realizza attraverso macchinari e procedimenti più tecnologicamente avanzati. Questo fa sì che l’ambiente di lavoro sia notevolmente migliorato ma soprattutto che all’interno delle conce compaiono da qualche anno figure professionali diverse e specializzate (laureati in chimica, biologia, informatica, ingegneria oltre che numerosi tecnici conciari) insieme ad altre figure meno qualificate che sono essenzialmente rappresentate da manovalanze multietniche. Ciò fa di Santa Croce una città ormai a tutti gli effetti internazionale con una società multirazziale con le necessità e le problematiche dell’ integrazione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>